Giovanissimi Nazionali Professionisti - Atalanta Bergamasca Calcio -

Statistiche 2015/2016

Atalanta Bergamasca Calcio

Centro Sportivo Bortolotti 3 - Corso Europa 46 - Ciserano Zingonia (BG)
Telefono: 035.4186222
Fax:
Sito web: www.atalanta.it

Statistiche Generali

Vittorie in casa

45%

Pareggi

9%

Vittorie in trasferta

41%

Classifica Ammonizioni

Classifica

Pos.
Squadra
G.
V.
P.
S.
Rf.
Rs.
Dr.
Pt.
1
22
19
2
1
67
16
51
59
2
22
15
5
2
64
13
51
50
3
22
15
3
4
70
20
50
48
4
22
12
1
9
40
42
-2
37
5
22
10
5
7
55
41
14
35
6
22
10
4
8
46
33
13
34
7
22
9
5
8
33
35
-2
32
8
22
8
3
11
39
49
-10
27
9
22
5
4
13
43
65
-22
19
10
22
5
4
13
34
62
-28
19
11
22
3
2
17
23
76
-53
11
12
22
1
2
19
13
75
-62
5

Notizie correlate

2016-04-07
IL PUNTO DEI GIRONI A 2 GIORNATE DALLA FINE - QUANTA INCERTEZZA NEI GIRONI A, E, G ED F. NEL B CAGLIARI QUASI IN PARADISO. IN QUATTRO PER GLI ULTIMI DUE POSTI NEL GIRONE H.

 Ecco il punto degli otto gironi dei Giovanissimi Nazionali Under 15 quando mancano solamente due partite alla fine della stagione regolare.
 

GIRONE A

Le ultime tre giornate decideranno le sorti del Girone A, uno dei raggruppamenti più equilibrati ed interessanti dell'intero campionato dei Giovanissimi Under 15.Il Genoa è primo con 44 punti, uno in più del Novara (una partita in più) e quattro punti sulla coppia Torino-Sampdoria. I granata recuperano in settimana la sfida contro la Pro Vercelli che potrebbe accorpare ulteriormente il lotto delle pretendenti ai playoff. Il quinto posto attuale è della Juventus a quota 37 mentre Pavia e Spezia sembrano attardate con 33 punti. La situazione verrà decisa dagli scontri diretti delle ultime tre giornate: alla terzultima c'è Pavia-Novara e Sampdoria-Genoa, alla penultima Juventus-Sampdoria e Spezia-Pavia mentre l'ultimo match prevede Pavia-Torino e Novara-Spezia. Le inseguitrici sognano la rimonta, le "big" vogliono mantenere il primato: il Girone A conferma i presupposti della vigilia dimonstrandosi più equilibrato che mai.
 

GIRONE B

Atalanta, Inter e Milan certe di un posto ai playoff. Cagliari e Como battagliano per l'ultimo. È questa la sintesi del Girone B a due giornate dalla fine: All'Atalanta basta un punto con in fanalino di coda Pro Piacenza per certificare il primato del Girone. L'Inter, infatti, ha sei punti in meno rispetto ai bergamaschi e l'ultima giornata regala lo scontro tra le due compagini nerazzurre. Alla formazione di Bellinzaghi basta un pareggio contro la Reggiana per essere matematicamente seconda in classifica, con il Milan distante 5 punti. Rossoneri che sfideranno il FeralpiSalò ma che sono già certi del terzo posto: il Cagliari, quarto, ha sei punti in meno e lo scontro diretto contro. I rossoblu hanno vinto nell'ultimo turno contro il Como 2-0 e hanno quasi messo in cassaforte la qualificazione ai playoff. I sardi, infatti, hanno 5 punti di vantaggio sui lariani e basterebbe non perdere con il Renate per certificare il traguardo.

GIRONE C

L'Udinese ha battuto il Chievo Verona nell'ultimo turno di campionato ed è matematicamente prima. I friulani hanno 9 punti di vantaggio sui clivensi che hanno approfittato del passo falso del Vicenza contro il Padova per difendere il secondo posto dall'attacco dei biancorossi. La classifica dice Chievo 38, Vicenza 36, Padova 35 al momento ai playoff con Bassano 32 e Verona 30 con flebili speranze. La prossima giornata vedrà di scena il derby di Verona tra Hellas e Chievo così come lo scontro tra Padova e Bassano. Il calendario dell'ultima giornata prevede Bassano-Vicenza e Udinese-Padova, due sfide che potrebbero risolvere il destino delle squadre che accompagneranno i friulani nei playoff.

GIRONE D

Empoli e Fiorentina hanno un solo punto di differenza e la lotta per il primato del girone sarà decisa dalle ultime due giornate: Pontedera-Empoli e Fiorentina-Livorno alla penultima, Empoli-Pisa e Arezzo-Fiorentina all'ultima. Il Prato è invece tranquillo perché ha già noto il proprio destino, ossia terzo posto, visti i 6 punti in meno della Viola e i 10 di vantaggio della Carrarese. Proprio la Carrarese dovrà difendersi dagli attacchi del Pisa, quinto e distanziato di soli 2 punti. La prossima giornata sarà appunto decisiva perché il calendario prevede proprio Pisa-Carrarese (all'andata 3-0 per la Carrarese).

GIRONE E

Solo due le partite ancora da disputare per il Girone E, ma tutto è ancora in discussione. Il tonfo interno della Spal con il Carpi ha permesso a Cesena e Sassuolo di volare a 45 punti, 3 in più degli estensi che sono stati raggiunti dal Bologna. Il Modena è tagliato fuori, avendo 6 punti di ritardo dalla coppia al terzo posto, ultimo che garantisce un posto ai playoff.L'Ancona, ottava in classifica, potrebbe segnare il destino di una delle due capoliste: i marchigiani, infatti, sfideranno prima il Cesena e poi, all'ultima giornata, il Sassuolo. Rimini-Cesena e Sassuolo-Santarcangelo le altre due sfide. Agguerrita anche la lotta per il terzo posto. Calendario che non è favorevole per la Spal che alla penultima se la vedrà con il Modena mentre all'ultima ci sarà la sfida - probabilmente decisiva - contro il Bologna che, alla penultima, sfiderà il Rimini quartultimo. Proprio la sfida Spal-Bologna all'ultima giornata non dà alcuna possibilità al Modena di rientrare nella corsa playoff.


GIRONE F

Calendario "interessante" per la capolista del Girone: la Roma, infatti, prima affronterà la Lazio (terza in classifica) in un derby sentitissimo e poi, all'ultima giornata, sarà ospite del Frosinone secondo in classifica. Ai giallorossi basta un punto in due partite per confermare il primato ma le due sfide rischiano di nascondere parecchie insidie. Il Frosinone, però, alla penultima sfiderà in trasferta l'Ascoli in piena lotta playoff: i marchigiani sono quinti con 33 punti, due in meno del Pescara al momento qualificato come quarta forza del girone. Pescara che affronterà Lupa Roma e Virtus Lanciano, squadre di medio/bassa classifica.

GIRONE G

Situazione incerta anche nel Girone G: eccezion fatta per il Bari, dominatore del gruppo con 50 punti su 60 disponibili, molte squadre si contendono gli ultimi tre posti rimasti per i playoff. In seconda posizione c'è il Martina Franca, che, con lo 0-0 contro il Monopoli, aggiunge un altro tassello alla splendida cavalcata del girone di ritorno. Togliendo il netto 5-0 subito a Bari, i biancazzurri hanno raccolto 6 vittorie e due pareggi nelle ultime 8, subendo 0 reti. Il Martina ha 39 punti, 1 in più della Casertana che nell'ultimo turno ha sconfitto il Lecce, al momento sesto in classifica e con le speranze ridotte al lumicino. Quarto posto per il Benevento che è stato sconfitto dall'Avellino: i giallorossi devono guardarsi le spalle proprio dagli irpini, distanti solo 1 punto dall'ultimo piazzamento playoff. L'Avellino, però, è la squadra con il calendario peggiore dato che alla penultima sfiderà il Martina Franca in casa mentre all'ultima giornata se la dovrà vedere con il Bari che, domenica prossima, sarà ospitato dal Benevento. Insomma, scontri diretti che riveleranno i nomi delle tre squadre del Girone G che accompagneranno il Bari ai playoff.

GIRONE H

Napoli e Palermo in una lotta a sé, quattro squadre per gli altri due posti. I partenopei hanno 52 punti, due in più sui rosanero. Napoli-Catania e Palermo-Trapani alla penultima, Cosenza-Napoli e Catania-Palermo alla fine stabiliranno chi tra le due compagini otterrà il primo posto. Il terzo posto è della Paganese con 35 punti, 3 in più della Salernitana, 4 sul Catania e 7 sul Catanzaro con i giallorossi che sperano di agguantare il quarto posto dei granata. Il prossimo turno ci sarà un Catanzaro-Paganese che sa di ultima spiaggia per le Aquile. Calendario ostico per il Catania, quinto e con uno solo in meno della Salernitana. I rossoblu sfideranno prima il Napoli in trasferta e poi l'agguerrito Palermo in casa, due partite sulla carta proibitive ma che potrebbero regalare il quarto posto ai siciliani.

Matteo Pifferi

[ continua ]
2016-04-01
MEMORIAL ANNOVAZZI, I TOP 3 DEI QUARTI DI FINALE

Come di consueto GiovanissimiCampioni vi annuncia i tre giocatori che più si sono messi in mostra durante i match di serata.

 

Propato (Atalanta): due gol di pregevole fattura contro il Torino, lotta e giganteggia contro la difesa dei granata che non riesce mai ad arginare le offensive dell'attaccante bergamasco, sempre decisivo e prolifico in zona gol.

 

Renolfi (Novara): Il gol all'ultimo minuto è la ricompensa per l'ottima partita del centrocampista del Novara. Pericoloso già nel primo tempo, colpisce la traversa a metà ripresa. In zona Cesarini è il più lesto a cogliere la palla al balzo per portare il match ai rigori. Il suo rigore risulta decisivo perché la sua rete - e la seguente parata di Fasso su Martini - regala il successo ai piemontesi.

 

Mehic (Atalanta): il trequartista dell'Atalanta regala perle del suo repertorio. Grandi giocate, assist decisivi - il gol di Kichi nasce da un lancio di 30 metri del 10 bergamasco - e tanta qualità che emerge ancor più nettamente di fronte ai più giovani avversari del Torino.

 

Matteo Pifferi

[ continua ]
2016-03-19
ESCLUSIVA - LORENZI, MISTER ATALANTA: "ORA SOTTO CON LA GIANA, DOBBIAMO RIFARCI DALL'ANDATA. VI SVELO LE MIE FAVORITE PER IL TITOLO..."

L'Atalanta è una delle più accreditate al titolo di campione d'Italia anche se mister Lorenzi, intervistato in esclusiva da giovanissimicampioni.it, si nasconde per abbassare la pressione. Per il momento, dopo la vittoria allo Scirea e l'ottima figura alla Nike Premier Cup, la Dea va avanti anche al Memorial Annovazzi.

 

Vittoria in rimonta contro il Pavia: cosa non ha funzionato nella prima frazione?

"Il Pavia è un avversario che conosciamo e sono molto preparati. Noi veniamo dalla Nike Premier Cup che ci ha tolto energie. Negli ultimi giorni non ci siamo allenati ed oggi hanno giocato ragazzi che hanno avuto meno spazio finora. Gli automatismi non erano oliati ma sono contento della prova ma soprattutto della reazione di squadra. Nella ripresa abbiamo mostrato netti miglioramenti e trame di gioco interessanti, siamo riusciti a ribaltare la partita ed a non soffrire più di tanto. Nel complesso sono soddisfatto e ci tengo a fare i complimenti al Pavia che ha dimostrato le proprie qualità".

 

A proposito di Nike Premier Cup, c'è rammarico per l'uscita ai rigori con l'Inter?

"Sicuramente siamo rammaricati ma sappiamo che, una volta arrivati ai rigori, è una lotteria. Ma, più che altro, nel corso della partita abbiamo sprecato molte occasioni che ci potevano portare in finale; detto questo, complimenti ancora all'Inter che, alla fine, si è aggiudicata il torneo. Sono sconfitte che bruciano ma che servono per far crescere i ragazzi per il finale di stagione".

 

In campionato, Inter e Milan sono lontani: qual è il segreto della prima posizione in un girone non facile?

"Sin dalla prima giornata di campionato abbiamo pensato partita per partita, consci del fatto che siamo artefici del nostro destino. Senza prefissarci obiettivi a lunga scadenza siamo arrivati fin qui. Milan ed Inter sono dietro 9 e 7 punti anche se dovranno recuperare il derby".

 

Prossimo avversario sarà la Giana: che partita sarà?

"La Giana ha lottato quasi ad armi pari con il Novara. Sarà un match da non sottovalutare, ci mancano 4 partite ed il nostro obiettivo è mantenere il primo posto anche se i play-off sono ormai raggiunti. Dovremo arrivare pronti ma altre squadre daranno sicuramente battaglia. Cercheremo di "vendicare" il 2-2 dell'andata, un paio di punti persi che ci avrebbero fatto salire ancora più in alto in termini di punti. La stagione è stata finora molto soddisfacente".

 

Chi sono le favorite, secondo il suo punto di vista, per la vittoria finale?

"Milan e Inter lotteranno fino alla fine e lo stanno dimostrando nel nostro girone. Tra le altre, sono rimasto colpito al Nike Premier Cup dall'Empoli, Torino ma anche Roma e Napoli oltre alle genovesi e alla Juventus. Attenzione però alle sorprese che, in competizioni come queste, possono sempre verificarsi. E perchè non noi?"

 

Matteo Pifferi

[ continua ]
2016-03-18
MEMORIAL ANNOVAZZI - OTTAVI DI FINALE, RILEGGI LA DIRETTA DI PAVIA - ATALANTA 1-2

Torna l'appuntamento con il prestigioso Memorial Annovazzi. Questa sera si sfideranno Pavia e Atalanta per gli ottavi di finale.

 

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA

 

Pavia: 1 Cappellini (12 Rota), 2 Ferrari, 3 Giugno, 4 Docente, 5 Petrillo, 6 Cuoco, 7 Rocchetti (16 Altamura), 8 Spneshi, 9 Cobucci, 10 Donadio (15 Sorrentino), 11 De Matteo

A disposizione: 13 Ravelli, 14 Del Papa, 17 Turati, 18 Carrese

Allenatore: Barbarin

 

 

Atalanta: 1 Avogadri (12 Ferrario), 2 Campelli, 3 Solati, 4 Galati, 5 Lancini, 6 Solcia (13 Bergonzi), 7 Moukam (14 Brogni), 8 Gyabuaa (15 Okoli), 9 Albani, 10 Mehic (16 Propato), 11 Kichi (17 Piccoli)

A disposizione: 

Allenatore: Lorenzi

 

Marcatori: 21' De Matteo (P), 46' Albani (A), 49' Propato (A)

 

PRIMO TEMPO

1' Si parte!

7' Gioco molto veloce e tecnico ma nessuna occasione fin ora

9' Prima occasione per il Pavia con Cobucci che conclude un contropiede con un tiro dalla lunetta parato dal portiere

10' Occasionissima Pavia! De Matteo calcia alto da ottima posizione

18' Ancora Pavia, ancora Cobucci, ma il tiro si spegne a lato

21' GOOOOOOL! Pavia in vantaggio con De Matteo che trasforma da distanza ravvicinata la respinta del portiere sulla precedente conclusione di Cobucci

30' Finisce qui il primo tempo con il Pavia meritatamente in vantaggio. L'Atalanta ha provato a fare gioco e possesso ma fin qui ha faticato a trovare occasioni

 

SECONDO TEMPO

1' Si riparte! Entrambe le squadre cambiano il portiere

7' Ci prova l'Atalanta ma il colpo di testa di Solcia è facile preda del portiere

14' L'Atalanta prova a aspingere e ad alzare il baricentro ma il Pavia concede pochi spazi

16' GOOOOOL! Pareggia l'Atalanta con una bella conclusione di Albani che di destro batte il portiere. 1-1!

19' GOOOOOL! Raddoppio Atalanta con Propato che approfitta della respinta del portiere sulla conclusione di Albani e completa la rimonta

28' Atalanta vicina al terzo gol con Lancini che stacca benissimo di testa ma il tiro finisce di poco a lato

30' Finisce qui! Vince l'Atalanta e passa ai quarti grazie a una rimonta pazzesca che in tre minuti ribalta il risultato e permette ai bergamaschi di eliminare un Pavia che fino al gol del pareggio aveva disputato un'ottima gara e leggittimato il momentaneo vantaggio.

 

[ continua ]
2016-03-09
AL NORD VINCE IL MALTEMPO, CHE SORRISI PER ATALANTA E UDINESE. IL PUNTO DEI GIRONI A-D

Solo tre le partite disputate nel girone A: la Sampdoria batte 2-1 ed allunga il divario dal Genoa a 5 punti, in attesa di conoscere il giorno del recupero del match dei genoani contro la Pro Vercelli. Negli altri due match portati a termine, vittorie esterne per Spezia (4-0 sulla Pro Patria) e Savona, 1-0 contro l'Entella. Tutti gli altri incontri rinviati causa maltempo.

 

Nel Girone B, i risultati sorridono all'Atalanta: i bergamaschi vincono 4-0 con l'Albinoleffe ed approfittando del tonfo dell'Inter a Cagliari per allungare in vetta alla classifica. Rallenta anche il Milan, fermato sull'1-1 dalla Cremonese mentre il Como sconfigge 2-1 la FeralpiSalò ed agguanta il quarto posto in graduatoria, l'ultimo che garantisce la post-season.

 

Nel Girone C tutto facile per l'Udinese che regola con un netto 3-0 il SudTirol: 1-1, invece, tra Chievo e Padova, con i biancorossi agguantati al terzo posto in classifica dal Vicenza, vittorioso per 3-0 sul Brescia. Resta ad 1 punto dalla quarta posizione il Bassano che batte il fanalino di coda Mantova grazie alla rete di Parise.

 

Resta tutto invariato nel Girone D, con le prime quattro tutte vittoriose: la capolista Fiorentina rifila 5 reti alla Robur Siena e mantiene un punto di vantaggio sull'Empoli, corsaro a Livorno per 3-0. Prato e Carrarese espugnano Pistoia ed Arezzo e consolidano il loro piazzamento play-off.

 

Matteo Pifferi

[ continua ]