Giovanissimi Nazionali Professionisti - A.C. Pavia -

Statistiche 2015/2016

A.C. Pavia

Centro Sportivo Mascherpa - Via Alzaia 137 - Pavia
Telefono: 0382-460111
Fax: 0382-479343

Statistiche Generali

Vittorie in casa

25%

Pareggi

13%

Vittorie in trasferta

21%

Classifica Ammonizioni

Classifica

Pos.
Squadra
G.
V.
P.
S.
Rf.
Rs.
Dr.
Pt.
1
24
15
5
4
53
18
35
50
2
24
14
7
3
35
14
21
49
3
24
13
8
3
43
21
22
47
4
24
12
8
4
40
23
17
44
5
24
12
5
7
55
31
24
41
6
24
10
7
7
34
24
10
37
7
24
11
3
10
33
36
-3
36
8
24
8
7
9
28
31
-3
31
9
24
8
6
10
29
34
-5
30
10
24
8
2
14
22
34
-12
26
11
24
4
9
11
14
32
-18
21
12
24
4
4
16
22
47
-25
16
13
24
1
1
22
8
71
-63
4

Notizie correlate

2016-03-11
MEMORIAL ANNOVAZZI, I TOP 3 DELLA SERATA DI IERI

Come di cosueto GiovanissimiCampioni elegge i tre giocatori che più si sono messi in luce nella serata del prestigioso Memorial Annovazzi.

 

Mastinu (Giana): in questo speciale riconoscimento non può di certo mancare il numero undici della Giana. Un pò in ombra nella prima parte di gara sale in cattedra nel secondo tempo quando tutt la squadra inizia ad ingranare. Due prodezze di mancino regalano alla squadra di Gorgonzola l'accesso ai quarti di finale contro il Novara. Ieri sera ha dimostrato eccellenti doti tecniche soprattutto quando libero di agire.

 

Cattaneo (Ponte San Pietro Isola): vero che sbaglia il rigore decisivo ma va premiato per la gran partita di sacrificio, grinte ed anche tecnica. In campo sembra indiavolato, lotta su ogni pallone, gioca ad altissimi ritmi, come d'altronde tutta la compagine bergamasca, ma aggiunge anche giocate di gran valore tecnico. Sbaglia il rigore finale ma ciò non macchia una gran prestazione.

 

Rota (Pavia): non è facile trovare un portiere tra i migliori quando si vince ma questa volta è così. Complice una gran prestazione del Ponte San Pietro Isola e i calci di rigore. Nel corso del match l'estremo difensore pavese si rende protagonista di alcune parate decisive e alla lotteria dei calci di rigore neutraliza ben tre rigori su sei regalando, proprio con una sua prodezza, la vittoria alla squadra di Pavia che settimana prossima affronterà l'Atalanta.

[ continua ]
2016-03-12
ESCLUSIVA - BARBIN, MISTER PAVIA: "TESTA ALL'ENTELLA. PLAY OFF? PERCHE' NO... BENE LE GENOVESI E LE TORINESI. SULLA RIFORMA DEI CAMPIONATI..."

Il Pavia ha passato il primo turno del Torneo Annovazzi vincendo contro la rivelazione Ponte Isola dopo i calci di rigore. Lo 0-0 dei tempi regolamentari non ha stupito chi ha seeguito fin dall'inizio la manifestazione, mister Barbin commenta la qualificazione, che vedrà i pavesini sfidare la fortissima Atalanta, e fa il punto sul campionato. non manca il commento sulla riforma dei campionati che dividerà gli Under 15 in A/B e Lega Pro...

 

Vittoria solamente dopo i calci di rigore contro il Pontisola, avversario sottovalutato?

"Questa partita dimostra come i vari incontri vadano giocati. Se sono partiti dal turno eliminatorio e sono arrivati sin qui, qualcosa vorrà pur dire. Ci hanno messo seriamente in difficoltà e faccio loro i complimenti per il torneo; ci siamo fatti aggredire con troppa facilità, abbiamo dimostrato poca lucidità nelle scelte e fatto errori tecnici non da noi. Rigori? Li abbiamo preparati martedì in allenamento, è stato fondamentale l'apporto dell'allenatore dei portieri, grazie anche alle sue dritte, il nostro Rota ha parato 3 rigori su 6, un ottimo score personale".

 

La squadra è apparsa un po' sfiduciata: ciò è dovuto al match perso contro la Samp?

"La delusione contro i blucerchiati è solo in merito al risultato finale. Abbiamo giocato meglio degli avversari ma non ci abbiamo creduto fino in fondo. Ho detto ai ragazzi che l'avremmo meritata ma non l'abbiamo voluta; ci è mancata quella cattiveria che, contro grandi squadre, fa subito la differenza. Stasera ho fatto giocare ragazzi che hanno avuto poco spazio sinora e sono stati tra i migliori, segnale che siamo una squadra dal collettivo importante".

 

Ora testa all'Entella: che partita sarà?

"Non sarà una partita facile. Lo doveva essere anche quella contro il Pontisola ma abbiamo visto che non è stato così. L'Entella si difende bene e preparerà un incontro dando più attenzione alla fase difensiva. Dobbiamo cercare di avere il pallino del gioco e cercare di scalfire la loro retroguardia. Sarebbero tre punti importanti nella corsa playoff".

 

A proposito, la classifica dice sesto posto: playoff fuori portata?

"Finché siamo in ballo, balliamo. Credevo ai playoff anche dopo gli 0 punti raccolti dopo le prime 4 giornate. Dopo l'ultimo match d'andata contro il Torino ho detto ai ragazzi di focalizzarsi partita per partita e, in effetti, se siamo concentrati solo sull'avversario, possiamo dire la nostra. Vedremo, non sarà facile ma non abbiamo intenzione di mollare".

 

Qual è la squadra che più ha impressionato nel Girone A? Chi lotterà per il titolo?

"Del nostro Girone direi il Genoa: hanno dimostrato una solidità difensiva paurosa e sono in grado di attaccare bene gli spazi. Ho visto molto bene anche Sampdoria, Torino e Juventus, sebbene i bianconeri siano più attardati. Gli altri allenatori del Gruppo A indicano il Pavia come squadra rivelazione, sono attestati di stima e riconoscimenti che mi/ci fanno piacere ma non bastano; anzi, ci danno ancor più motivazioni per giungere all'obiettivo playoff. Per il titolo finale vedo bene l'Atalanta ma anche Roma, Napoli e le milanesi, Milan ed Inter, che fanno sempre paura".

 

L'Atalanta sarà il prossimo avversario all'Annovazzi: bergamaschi favoriti?

"Sulla carta penso di sì. Loro sono leader del girone B, noi sesti nell'A. Abbiamo già affrontato i bergamaschi allo Scirea e ci hanno battuto 5-0. Sappiamo di che pasta sono fatti: sono una squadra organizzata ed attrezzata in maniera quasi perfetta ma noi vorremo dire la nostra. Vedremo se, dopo mesi di distanza, abbiamo colmato il gap con loro. Sarà un test importante e chiarificatore".

 

Per concludere, favorevole o contrario alla nuova riforma che separerà Under 15 Lega Pro da quelli di Serie A/B?

"Non sono proprio favorevole. Il confronto ci sta e serve per migliorare. Non è detto che una squadra di Lega Pro non possa fare "l'impresa"; ad esempio il Novara lo scorso anno arrivò alla fase finale, nonostante fosse di Lega Pro. È vero, a volte assistiamo a risultati clamorosi ma sono cose che succedono anche in Serie A. Se dovessi schierarmi, sarei favorevole alla separazione per le categorie Under 17 e Under 16, non per l'ex categoria Giovanissimi. Rappresenta anche uno stimolo ed un test per gli allenatori: non è facile preparare un incontro per una squadra di medio-basso livello contro una grande, così come non è facile per un allenatore di una grande mantenere alta la concetrazione contro una squadra medio-piccola di Lega Pro. A lungo andare il gap è evidente ma, in una singola partita, il divario tra le squadre si può sempre azzerare".

 

Matteo Pifferi

[ continua ]
2016-03-10
TORNEO ANNOVAZZI, 16ESIMI DI FINALE TABELLONE PRO: PONTE ISOLA-PAVIA 0-0 (3-4 DCR), RILEGGI LA DIRETTA

Ponte Isola: 1 Rossi, 2 Zenoni (5'st 13 Salvi), 3 Zambelli, 4 Ribolla, 5 Burini (20'st 17 Rini), 6 Signori, 7 Sironi (17'st 16 Belotti), 8 Rota (27'st 14 Arrigoni), 9 Lampugnani (22'st 18 Passerini), 10 Cattaneo, 11 Lambiase

A disposizione: 12 Carrara, 15 Morlotti

Allenatore: Giordano

 

Pavia: 1 Rota, 2 Ferrari, 3 Giugno, 4 Docente (1'st 15 Senes), 5 Petrillo (18'st 17 Altamura), 6 Rocchetti (25'st 16 Carrese), 7 Cuoco, 8 De Matteo, 9 Cobucci, 10 Donadio (5'st 18 Sorrentino), 11 Spaneshi

A disposizione: ​12 Cappellini, 13 Ravelli, 14 Pasotti, 19 Turati 

Allenatore: Barbin

 

Marcatori: 

 

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA TESTUALE

 

CLICCA QUI PER LEGGERE IL CALENDARIO

 

PRIMO TEMPO:

1' - Si parte!

4' - Bella partita, molto veloce. Il Ponte Isola è la sorpresa del torneo e non ha paura di confrontarsi con un club prestigioso come quello del Pavia

9' - Grande girata di Cobucci che trasforma il cross in un palo che nega la gioia al Pavia

11' - Punizione laterale del Ponte Isola, Ribolla di testa colpisce debolmente

14' - Cobucci porta a spasso la difesa del Ponte Isola ma calcia da posizione siderale. Sfera altissima

19' - Il Pavia continua a cercare la porta, con conclusioni dalla distanza ma il Ponte Isola non disdegna folate offensive

26' - Gara equilibrata, non è evidente la differenza di categoria tra le due formazioni

29' - Cuoco prova la conclusione ma si oppone il portiere del Ponte Isola. La sfera termina sui piedi di Donadio che calcia altissimo da pochi metri

30' - Fine primo tempo. Grande qualità in campo, le squadre non si risparmiano

 

SECONDO TEMPO:

1' - Si ricomincia

4' -  Subito doppia occasionissima per il Ponte Isola che sfiora il gol. La prima è con Burini che dopo un rimpallo si trova ad un metro dal portiere che manda in corner. Dall'angolo seguente è Rota a calciare alto dall'area piccola

8' - Lampugnani si gira dal limite dell'area ma calcia leggermente alto, Ponte Isola in grande spolvero

14' - Cuoco del Pavia conclude all'improvviso di destro. Palla alta di pochissimo, brivido...

19' - Adesso è il Pavia che preme, De Matteo conclude dalla trequarti ma Rossi vola all'incrocio e salva il risultato

30' - Finisce qui, si deciderà il passaggio del turno ai calci di rigore

 

RIGORI:

1) Pavia, Senes - GOL

Ponte Isola, Carrese - PARATO

2) Pavia, Ferrari - PALO 

Ponte Isola, Zambelli - GOL

3) Pavia, Altamura - GOL 

Ponte Isola, Ribolla - GOL

4) Pavia, De Matteo - GOL

Ponte Isola, Signori - PARATO

5) Pavia, Cuoco - PARATO

Ponte Isola, Passerini - GOL

OLTRANZA:

Pavia, Sorrentino - GOL

Ponte Isola, Cattaneo - PARATO

 

Il Pavia passa il turno e affronterà negli ottavi l'Atalanta. La Giana invece sfiderà il Novara

 

 

 

[ continua ]
2016-03-11
TORNEO ANNOVAZZI, BRACCO CUP: IL TABELLONE COMPLETO E AGGIORNATO

PRIMA FASE DILETTANTI:

32ESIMI, 28 GENNAIO 2016

Uesse Sarnico-Vis Nova 0-1 (Serritiello)

Ausonia-Bresso 1-0 (Cavagna)

 

32ESIMI, 4 FEBBRAIO 2016

Accademia Pavese-Virtus Bergamo 0-4 (Andreini, Trussardi, Trussardi, Zanotti)

Seregno-Ponte S.P. Isola 1-2 [Troiano (S), Zambelli (Ponte S.P. Isola), Cortinovis (Ponte S.P. Isola)]

 

SEDICESIMI, 11 FEBBRAIO 2016

Vis Nova-Ausonia 2-1 [autorete Sangiorgi (A), Papandre (A), Soares (V)]

Virtus Bergamo-Ponte S.P. Isola 0-1 (Lambiase)

 

OTTAVI DI FINALE, 18 FEBBRAIO 2016

Vis Nova-Lombardia 1 1-1 6-7 d.c.r. [Meoli (L), Merico (V)]  

Ponte S.P. Isola-Cimiano 1-0 (Morlotti)

 

QUARTI DI FINALE, 25 FEBBRAIO 2016

Ore 20, Lombardia 1-Alcione 3-0 (Signori, Lampugnani, Cattaneo)

Ore 21.15, Ponte S.P. Isola-Aldini 0-0 6-5 d.c.r.

 

SEMIFINALE, 3 MARZO 2016

Lombardia 1 -Enotria (gara 11) 0-0 (5-3 d.c.r.)

Ponte S.P. Isola-Accademia Inter (gara 12) 1-1 (4-3 d.c.r.) [Sfranzione (AI), 26′ pt. Zambelli (PIS)]

 

FINALE 14 MARZO 2016

Ore 19.45, Lombardia-Ponte S.P. Isola 

 

 

SECONDA FASE PROFESSIONISTI

SEDICESIMI DI FINALE, 10 MARZO 2014

Lombardia 1-Giana (gara 13) 1-2 [Mastinu (G), Brambilla (L), Mastinu (G)]

Ponte S.P. Isola-Pavia (gara 14) 0-0 (3-4 dcr)

 

OTTAVI DI FINALE, 17 MARZO 2016

Ore 20, Giana-Novara (gara 15)

Ore 21.15, Pavia-Atalanta (gara 16)

 

QUARTI DI FINALE, 31 MARZO 2016

Ore 20, Vincente gara 15-Chievo Verona (gara 17)

Ore 21.15, Vincente gara 16-Torino (gara 18)

 

SEMIFINALE, 7 APRILE 2016

Ore 20, Vincente gara 17-Inter (gara 19)

Ore 21.15, Vincente gara 18-Milan (gara 20)

 

FINALISSIMA, 14 APRILE 2016

Ore 21, Vincente gara19- Vincente gara 20

 

Il Torneo ad oggi vede FC INTER nettamente prima per numero di successi e di finali disputate, 14 vittorie su 20 finali; seguono MILAN con 7 vittorie su 16 finali; ATALANTA con 5 vittorie su 5 finali; JUVENTUS e CHIEVO VERONA con due vittorie su due finali; TORINO e VARESE con una vittoria su due finali e PRO SESTO con una finale.

 

Tutti gli incontri del Torneo si svolgeranno presso il Centro Sportivo Enotria 1908, in via Carlo Cazzaniga 26 a Milano, raggiungibile anche con i mezzi ATM (MM2 CRESCENZAGO e i bus 75, 44, 56).

[ continua ]
2016-03-09
ESCLUSIVA GC, MEMORIAL ANNOVAZZI - PARLA IL TECNICO DEL PONTISOLA

GiovanissimiCampioni ha voluto intervistare Giordano Filippo, mister del Ponte Isola San Pietro, unica squadra ad accedere alla fase professionistica del Memorial Annovazzi partendo dall'inizio. Ecco cosa ha risposto il tecnico ai nostri microfoni:

 

Prima squadra a centrare la finalissima in tutta la storia del torneo, qual è il segreto del Pontisola?

Non c'è un vero e proprio segreto: siamo una squadra molto unita, abbiamo affrontato i turni precedenti con la serenità giusta e senza troppe pressioni. I risultati ci stanno premiando e siamo molto soddisfatti. La nostra forza è il collettivo, basti pensare al fatto che nelle varie partite ci sono mancati giocatori importanti, ma chi li ha sostituiti non ha fatto rimpiangere le assenze.

 

Giovedì la sfida con il Pavia: come si potrà annullare il gap con i Professionisti?

Già essere alla finalissima per noi è un grande traguardo, ora affronteremo la prima squadra Pro. Sarà un grande stimolo per tutti noi ma dovremo fare tesoro di tutto ciò che capiterà, sia pregi che difetti che noteremo. Dobbiamo cercare di osservare e copiare il più possibile dalle squadre professioniste, capire cosa hanno più di noi e come potremmo un giorno arrivare al loro livello. Non sarà facile, partiamo ovviamente sfavoriti contro il Pavia ma noi viviamo di stimoli, ed affrontare al turno successivo l'Atalanta è uno di quelli. Ad inizio torneo sembrava un miraggio ed ora, invece, è distante "solo" una partita.

 

In campionato si è notato un calo nell'ultimo periodo: la squadra sta risentendo delle fatiche dell'Annovazzi?

Sicuramente: se dovessimo guardare i risultati, nelle ultime 5 di campionato abbiamo raccolto 4 successi ed 1 pareggio. Un bottino ottimo. Se guardiamo le prestazioni, però, non posso essere soddisfatto perché non siamo stati lucidi, né brillanti dal punto di vista fisico. È anche vero che, visti i tanti impegni, non siamo stati in grado di poterci allenare in maniera corretta. Siamo forti e possiamo competere con realtà sulla carta fuori portata se siamo veloci mentalmente: senza allenamento risulta più difficile.

 

La Prima Squadra lotta per i play-off: c'è stata un'evoluzione societaria?

I risultati sono sorprendenti per chi li osserva dall'esterno: noi siamo convinti di ciò che stiamo facendo ed il lavoro si vede. Più che ai risultati stiamo puntando a far crescere i giovani, sia dal punto di vista calcistico ma anche dal punto di vista educativo e sociale. Il lavoro di Gaburro con la Prima Squadra è stato encomiabile ed il fatto che siano in pianta stabile ben quattro '98 vuol dire che l'attenzione per il settore giovanile è tutt'altro che scarsa. L'obiettivo iniziale era la salvezza, i play-off sarebbero una grande ricompensa.

 

A proposito di settore giovanile: quali sono i giocatori dall'avvenire più roseo?

Non voglio fare nomi ma, come già detto, quattro '98 ed un '99 in prima squadra sono un più che discreto "bottino": non voglio fare torto a nessuno ma sono sicuro che molti ragazzi potranno togliersi grandi soddisfazioni in futuro. Molte grandi stanno tenendo in considerazione nostri prodotti del vivaio: il Torino, ad esempio, ha acquistato in estate ed aggiunto alla Primavera il "nostro" Carissoni, difensore classe '97 che sta giocando con continuità con i granata.

 

Lo staff di GiovanissimiCampioni ringrazia mister Giordano Filippo per il tempo concesso e gli augura un futuro ricco di soddisfazioni.

 

Matteo Pifferi

 

 

[ continua ]